Foto del profilo di La Bottega della Luna
Coppetta mestruale come si usa. Tutto quello che devi sapere per capire come si usa una coppetta mestruale.

Forse ne hai sentito parlare, sai cos’è, magari hai appena fatto il tuo acquisto e ora ti domandi: “Ma la coppetta mestruale come si usa esattamente?. In questo articolo trovi tutto quello che ti serve sapere. Punto per punto, spiegato in modo semplice e completo.

Coppetta mestruale: come si usa in breve

La coppetta mestruale è un piccolo e morbido contenitore a forma di coppa che si usa internamente in vagina, con l’anello rivolto verso l’alto e il gambetto verso il basso. (Vedi immagine) Non viene posizionata in alto in vagina come un tampone ma in basso, all’apertura. Questo è possibile perché è molto morbida e flessibile in tutte le direzioni.

Si piega l’anello che sta in alto per renderla più piccola e facilitare l’inserimento, si inserisce, lei si apre da sola e si posiziona creando un effetto sigillo, grazie al quale la coppetta tiene e raccoglie il sangue mestruale.

Quando è il momento si estrae, si svuota e si reinserisce.

Tra un ciclo e l’altro (meglio se prima del nuovo ciclo) si fa bollire 5 minuti in acqua bollente.

Coppetta mestruale: per cominciare

Hai acquistato una coppetta mestruale?
1. Per prima cosa leggi il libretto di istruzioni. Sul libretto troverai tutte le informazioni che ti servono: come inserire, come togliere, come pulire la coppetta…
Se hai comprato una Mooncup vedrai che il suo libretto di istruzioni è al tempo stesso semplice e completo. La nostra esperienza, però, ci dice che – sebbene alcune informazioni siano chiaramente spiegate – tendiamo a rimuoverle e qualche volta a ignorarle. Ma ci siamo noi per questo! In questo articolo ti diciamo le cose più importanti e puoi rivolgerti alla nostra assistenza per consigli sull’utilizzo.

2. Igienizza la tua coppetta nel modo indicato dal produttore. La Mooncup (come le altre coppette in silicone medicale) va fatta bollire 5 minuti in acqua bollente. È possibile anche usare a freddo i liquidi igienizzanti che si usano per le tettarelle o i ciucciotti in silicone ma secondo noi non ha senso utilizzare sostanze chimiche a meno che si tema per la qualità dell’acqua oppure non ci sia la possibilità di farla bollire (in albergo, per esempio).

In questa fase fate molta attenzione all’orologio! È in questo momento che rischiate di perdere la vostra amata coppetta. Ne abbiamo sentite di tutti i colori… se ve la dimenticate sul pentolino il risultato sarà sempre lo stesso: addio Mooncup 🙂

Fatela raffreddare, prendetela con mani ben lavate e ben sciacquate dai residui di sapone e fate un bel respiro.

Come inserire la coppetta mestruale

Inserire la coppetta mestruale è tutto sommato facile, o lo diventa con la pratica.

Hai la tua coppetta mestruale pronta e igienizzata, prenditi un momento per te stessa. È un po’ come la prima volta che si usa un tampone: la prima volta ti serve qualche minuto per capire quale posizione usare e prendere coraggio ma poi diventerà una semplice azione di routine. :). Prova a casa o in un contesto che ti fa sentire sicura e rilassata. Puoi provare anche prima che ti vengano le mestruazioni bagnando la coppetta con un po’ d’acqua per lubrificarla.

1. Piega la coppetta mestruale Mooncup. Ci sono un paio di tecniche interessanti ma la più facile da spiegare è la piega a C. Piega in due e ancora in due. Sul libretto di istruzioni di Mooncup è ben spiegato. Altre tecniche di piegatura sono ben illustrate nel libro Io e la mia coppetta.

2. Inseriscila in vagina facendo attenzione a non spingerla verso l’alto. Non deve posizionarsi in alto, vicino al collo dell’utero, ma in basso proprio all’ingresso del canale vaginale. Durante le mestruazioni la cervice (collo dell’utero) tende ad abbassarsi. Se la tua vagina è di tipo corto, la coppetta mestruale potrebbe avvicinarsi alla cervice ma il tuo obiettivo non è mai quello di spingerla verso l’alto, bensì di tenerla bassa in modo che l’anello sia tenuto in posizione dai muscoli del perineo.

Se avete paura di perderla in vagina sappiate che questo non è possibile. La vagina è un “canale” chiuso che termina con il collo dell’utero (la cervice uterina) dalla quale la coppetta non passa. Vedremo poi come fare per estrarla con tranquillità.

3. Sperimenta più di una posizione. Non esiste una sola posizione per inserire la coppetta mestruale. Se ti sembra di non riuscire, puoi provare in un altro modo. La posizione che usi per inserire un tampax o un altro tipo di tampone (se proprio devi, preferiscili in cotone e senza sbiancanti) non è necessariamente quella giusta per la coppetta. Prova sul bidet, sulla tazza, in doccia in piedi… Troverai la giusta inclinazione e tutto sarà più facile.

4. Se necessario – la prima volta – taglia il gambetto. Se dopo aver correttamente inserito la coppetta mestruale (bassa) il gambetto fuoriesce dalle labbra vaginali, dovrai tagliarlo come chiaramente spiegato nelle istruzioni.
RIMUOVI la coppetta, taglia il gambetto e riprova ad inserirla. Puoi procedere poco per volta fino a che non trovi la lunghezza giusta (quella che ti consente di tenere bassa la coppetta e allo stesso tempo non fare uscire il gambo)

Come controllare che la coppetta mestruale sia inserita bene

La Mooncup si apre da sola e l’anello aderisce alle pareti vaginali creando lo speciale “effetto sigillo” che fa sì che il sangue rimanga contenuto.
Per capire che la coppetta mestruale è stata inserita correttamente basta verificare che

1. L’anello si sia aperto completamente. Se sei molto tesa o se hai l’intestino pieno, l’anello della Mooncup potrebbe non aprirsi completamente. In questo caso la coppetta perderebbe. Se temi che non sia ben aperto, controlla inserendo l’indice e girando intorno all’anello. Col tempo ti accorgerai da sola se è aperta bene o no.

2. Il gambetto non fuoriesca dalle labbra. Se il gambetto fuoriesce, pizzica le labbra e fa male. Non spingere la coppetta più in alto ma taglia il gambetto. Non avere paura, un gambetto corto ti permette di tenere la coppetta in basso e di ritrovarla meglio. L’opposto di quello che può sembrare 🙂

3. La coppetta rimanga in basso. Non ascoltate chi vi dice che la Mooncup va messa sotto o attorno alla cervice! La usereste in modo scorretto e non ne sareste soddisfatte. O peggio, potrebbe farvi male. Purtroppo lo abbiamo sentito dire perfino a “esperte” del settore. O.O Inserite una piccola parte di dito e verificate se riuscite a sentirla vicino all’apertura.

Come togliere la coppetta mestruale correttamente

Togliere la coppetta mestruale è più facile di quello che credi.

1. Leva l’effetto sigillo. NON TOGLIERE MAI LA COPPETTA TIRANDO IL GAMBETTO (sì, stiamo alzando la voce :D) Levare l’effetto sigillo significa spostare l’anello dalle pareti vaginali in modo che entri aria prima di tirare per togliere la coppetta. Puoi farlo inserendo un dito e schiacciando direttamente l’anello oppure schiacciando la parte bassa che trovi più vicina alle dita in modo che si schiacci anche l’anello oppure ancora dondolando delicatamente il gambetto.

2. Estrai delicatamente rimanendo rilassata. La coppetta mestruale si leva facilmente se non contrai i muscoli vaginali. Puoi farlo in piedi tenendo sotto  un po’ di carta igienica di sicurezza oppure direttamente sulla tazza o sul bidet.

Usare la coppetta mestruale è difficile?

Forse con tutte queste spiegazioni, punti su punti e capitoletti su capitoletti ti abbiamo un po’ spaventata! Per questo se sei arrivata fino a qui in fondo ci teniamo a dirti che è più facile a farsi che a spiegarsi 🙂
Riassumendo si tratta di tenere pulita lei e le tue mani, tagliare probabilmente il gambetto per tenerla in basso in vagina, controllare che si apra bene e levare l’effetto sigillo prima di estrarla. Et voilà! La tua vita mestruale non sarà più la stessa.


Condividi il post sui tuoi social


Chi ha scritto questo post? La Bottega della Luna

Foto del profilo di La Bottega della Luna
Ci occupiamo di intimità e di benessere della donna per diffondere una cultura del femminile più ricca e consapevole a partire dalla conoscenza di sé e del proprio corpo.

0 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico

Related post