facebook instagram youtube twitter pinterest mail cerca


La vita sessuale e i muscoli del perineo

Il diaframma pelvico ha un ruolo cruciale nella risposta sessuale. Tra i tanti muscoli che formano il perineo, infatti, ne esiste uno volontario chiamato pubococcigeo la cui azione basilare è di restringere l’ano e la vagina.
Questo muscolo interviene tanto nel parto che nell’orgasmo, quando la muscolatura pelvica si contrae 8-15 volte a intervalli di circa 1 secondo.

Vediamo cosa accade durante un orgasmo:

- il cuore batte più velocemente e la respirazione si fa più pesante per alimentare i muscoli perineali;
- si liberano gli ormoni del piacere;
- il sangue si irrora nei genitali;
- si crea una tensione che si libererà poi negli spasmi muscolari genitali;
- la muscolatura pelvica si contrae.

Secondo Kegel due donne su tre non proverebbero nulla nel rapporto genitale o proverebbero soltanto una sensazione troppo debole semplicemente perché il loro perineo non è sufficientemente sviluppato.
Un suo indebolimento, quindi, può causare la riduzione delle sensazioni vaginali di piacere, portando a disturbi del desiderio, dell’eccitazione e dell’orgasmo. Mentre una iperattività può causare dispareunia (dolore genitale associato al rapporto sessuale) o vaginismo (spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina che interferisce con la penetrazione vaginale).

Un corretto e costante "allenamento" pelvico faciliterà l’afflusso del sangue nei genitali, ci consentirà un maggiore controllo dello stimolo orgasmico e potremo godere di benefici quali:
– orgasmi più intensi, piacevoli e facili da raggiungere;
– migliore capacità di contrazione dei muscoli vaginali e aumento della sensibilità;
– aumento del piacere nostro e del nostro partner durante il rapporto.

Il mito della vagina passiva

“…Il mito della vagina passiva è proprio della nostra cultura. I muscoli genitali hanno invece bisogno di esercizi come qualsiasi altro muscolo. E proprio come in qualsiasi altra parte del corpo, esercitando i muscoli genitali accresci il tono e la flessibilità e aumenti la circolazione verso il muscolo e il tessuto circostante. Con l’aumento della circolazione, aumenta la sensibilità dell’area.
Nella letteratura erotica del lontano medio oriente, i genitali femminili vengono descritti come aggressivi e attivi…Le Yogini indiane – che ritengono l’area genitale contenga un’energia fondamentale, la Kundalini, che dev’essere stimolata e vivacizzata in modo che possa diffondersi lungo la colonna vertebrale ed attivare i centri dei plessi nervosi superiori – fanno esercizi vaginali da secoli.
Nella loro terapia per le donne con “problemi sessuali”, i dottori Masters e Johnson danno da fare alle donne degli esercizi vaginali da eseguire quotidianamente per aumentare la forza e la sensibilità genitale. Più i muscoli pubococcigei sono esercitati, più sensibilità e coscienza vi si sviluppa, più piacere riuscirai a provare. Gli esercizi sono facili e possono essere fatti spesso e ovunque. Nessuno se ne accorgerà”

Tratto da “Si fa chiaro. Esercizi per il corpo e per l’anima”. Di Anne Kent Rush – Nuovi Editori, Roma 1979

Questo sito utilizza i "cookies". Continuando la navigazione su questo sito l'utente accetta l'utilizzo dei "cookies". Per maggiori informazioni, clicca qui.
x