Noi donne abbiamo le mestruazioni una volta al mese, per circa 5 giorni, per circa 40 anni della nostra vita e durante questo periodo abbiamo bisogno di usare diversi prodotti per rimanere pulite e fresche. Che ricco  mercato quello dei tamponi e degli assorbenti: centinaia di milioni di euro l’anno, solo qui in Italia, per prodotti che ci sono assolutamente necessari.

Quale sicurezza e quale valore etico hanno questi prodotti?
Sono fabbricati in numeri molto elevati, fortemente commercializzati e venduti a buon prezzo, fatti di rayon sbiancato e plastica. Perché non vediamo maipubblicità di alternative molto più sicure, come per esempio gli assorbenti in cotone, lavabili e riutilizzabilio le coppette mestruali? Sono alternative molto più economiche e infinitamente più sicureper l’ambiente. Fino a pochi anni fa non sapevo nemmeno ci fossero prodotti alternativi e nemmeno sapevo potessero esserci rischi nell’utilizzo dei normali assorbenti o tamponi.

Quasi tutti gli assorbenti e tamponi sono realizzati con rayon sbiancato, cotone e plastica, pensate siano materiali sicuri a contatto o inseriti in vagina?
Per non parlare delle fibre che rilasciano, che possono causare infezioni vaginali e alla vescica e la sindrome da shock tossico. Inoltre sappiamo che i tamponi assorbono i fluidi naturali che la vagina produce per rimanere sana e pulita.
Guardiamo l’ingrediente principale contenuto nei tamponi e negli assorbenti: il rayon, che è una fibra prodotta da fibre di cellulosa. La cellulosa è una fibra naturale, ma per produrre il rayon sono necessarie procedure chimiche che includono: solfuro di carbonio, acido solforico, cloro e soda caustica. Gli effetti collaterali da eccessiva esposizione a rayon possono comportare nausea, vomito, dolore al petto, mal di testa e altro. Il rayon non è solo contenuto in tamponi e assorbenti, ma è una fibra comunemente presente in molti capi di abbigliamento.
Gli assorbenti contengono anche un po’ di plastica, che non consente la traspirazione, così possono anche causare delle infezioni.
Tamponi e assorbenti  sono sbiancati con il cloro, che è coinvolto nella produzione di diossina ed è collegato al cancro della mammella, endometriosi, soppressione del sistema immunitario e vari altri disturbi.
La coppetta mestruale è la prima scelta come alternativa ai tamponi. Si tratta di una coppetta flessibile, in silicone, che viene inserita nella vagina e raccoglie il sangue mestruale, senza assorbire il muco vaginale.
State pensando che sia scomoda, poco igienica? L’ho pensato anche io la prima volta che l’ho vista, ma poi ho riflettuto sui benefici che avrei ottenuto per me stessa (libertà, benessere, economia) e per l’ambiente, così ho provato e ho rimpianto di non averla scoperta prima. Tutte le donne che usano la Mooncup hanno fatto questo percorso ;o)
Pensate alla libertà di poter fare tranquillamente un bagno in piscina, di uscire senza la scorta dei cambi, di poter indossare un capo aderente, di sentirsi pulite. Pensate alle migliaia di assorbenti e tamponi che consumate durante gli 8-10 di vita media di una Mooncup!
Per chi preferisce gli esterni, ci sono anche assorbenti lavabili e riutilizzabili, realizzati con materiali sicuri. Alcuni di questi, come i Lunapads in cotone biologico, hanno anche pratiche strisce di cambio e misure diverse per i diversi livelli di flusso.
Gli assorbenti in cotone sono traspiranti e non causano irritazioni, i Lunapads hanno anche un inserto impermeabile. Se siete abili con ago e filo, potete anche cercare di farveli da voi.
Se non vi piace nessuna di queste opzioni, potete restare a mollo per l’intera durata del ciclo: forse prenderete un po’ di freddo, ma non butterete tra i rifiuti quintalate di porcherie, né entrerete in contatto con le sostanze chimiche di cui sono fatti assorbenti e tamponi. Scherzo, ovviamente. Un’alternativa per la salute – ma non per l’ambiente – c’è: sono gli assorbenti e tamponi usa e getta prodotti con cotone biologico e senza sostanze chimiche (per esempio Natracare).
Spero che questo breve articolo vi abbia aperto un po’ gli occhi e vi induca a riconsiderare il vostro modo di gestire il ciclo. Curiosate nel nostro sito e sono certa troverete la soluzione più adatta a voi.