Durante l’inverno abbiamo parlato di come mantenere una postura corretta sia importante per il benessere del nostro corpo e del perineo (leggete qui). Con l’arrivo della bella stagione sentiamo ancora di più il bisogno di “stiracchiarci” tutte e ridare vita ai nostri muscoli intorpiditi dal freddo.

Un’idea è quella di fare due passi nella natura o sulla spiaggia… a piedi scalzi!
Oltre a essere la cosa più naturale del mondo (anche se a pensarci bene lo facciamo sempre meno), ma sta diventando anche una moda nella vita di tutti i giorni, perfino in città!

Barefooting: la nuova parola d’ordine nel correre e nel camminare

L’abitudine di racchiudere e sostenere i nostri piedi nelle scarpe ha modificato la nostra andatura, facendoci in qualche modo disimparare come si cammina e corre naturalmente.
Per consentire al nostro corpo un’andatura naturale infatti, i nostri piedi devono essere in grado di sentire la terra sotto di loro, in modo da spostare il peso e adattare la nostra postura nel modo più efficiente.

Camminare a piedi scalzi, quindi, ci fa camminare meglio e presenta anche un altro importantissimo vantaggio: ci aiuta a mantenere in forma il nostro pavimento pelvico (leggete qui).

Quando camminiamo naturalmente (testa alta, corpo in linea retta, guardando l’orizzonte) i muscoli della schiena e i glutei ci sostengono nella maniera migliore e i muscoli del pavimento pelvico lavorano correttamente.

Questo non vuol dire che dobbiamo buttare via tutte le nostre amate scarpe! In commercio ad esempio esistono anche scarpe apposite per il barefooting.

Il mio consiglio è: approfittiamo di ogni occasione per liberare le dita dei piedi ed allenare al meglio (tutto) il nostro corpo! 🙂

Barefooting