Foto del profilo di Stefania Cardinale - Le Nius
ciclo mestruale ricetta

Per “La Bottega in cucina” oggi vi propongo un filetto di platessa e melograno con insalata di miglio.Si tratta di un piatto unico e di una ricetta che fa bene al ciclo mestruale grazie alle proprietà dei tre ingredienti principali.

Il melograno, di stagione in questo periodo, è conosciuto per le sue eccezionali proprietà nutrienti e per i suoi benefici per la salute delle donne di cui abbiamo già parlato in passato.
La ricca presenza di antiossidanti lo rende inoltre un regolatore ormonale naturale, perfetto per gli sbalzi d’umore tipici del periodo acuto del ciclo mestruale.

La platessa (o il merluzzo) contiene Omega 3 che sono molto importanti sia nei giorni di ciclo che in quelli antecedenti per attenuare la sindrome premestruale. Gli Omega 3 hanno un’azione anti-infiammatoria e antispastica e un loro consumo costante aiuta ad alleviare i dolori mestruali.

Il miglio è un cereale nutriente, ricco di sali minerali e senza glutine. Presenta, inoltre, proprietà anti-anemiche, di grande aiuto nei giorni di flusso abbondante.

Una piccola chicca: nella ricetta dell’insalata di miglio vi suggerisco di cuocere le carote al forno. Questo le renderà più dolci e sfiziose e vi sarà di aiuto se nei giorni di pre-ciclo o ciclo avete voglia di qualcosa di dolce.

ciclo mestruale ricetta melograno

@Stefania Cardinale

Ingredienti (dosi per 2 persone):

200 grammi di semi di melograno
1/2 limone spremuto
1 cucchiaio di fecola di patate (o amido di mais) per la riduzione del succo di melograno
1/2 cucchiaino di pepe misto nero e rosa macinato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

Poi
2 filetti di pesce (merluzzo o platessa)

180 grammi di miglio
3 carote con un cucchiaio di sesamo
1/2 tazza di songino
1 cucchiaio di semi di sesamo
2 cucchiaini di spezie Ras El Hanout (è un mix di spezie di origine nord-africana facile da trovare in giro con il nome di curry del Marocco) in alternativa usare un mix di curcuma, pepe nero, noce moscata, zenzero, cannella, cumino e chiodi di garofano
2 cucchiai di semi di melograno fresco
olio di oliva crudo per condire
1 cucchiaino di sale fino per la cottura del miglio

Preparazione

Per prima cosa cuocere il miglio. Una porzione di miglio in due porzioni di acqua bollente. Di solito in 15-18 minuti è cotto e poco prima della cottura (diciamo trascorsi i primi 12 minuti) aggiungere il sale. Vedrete che l’acqua si assorbe quasi tutta per cui non c’è bisogno di molto sale e aggiungere il sale alla fine permette di far insaporire senza farne assorbire troppo, in modo che ci faccia meno male. Scolare benissimo e lasciare raffreddare sgranandolo bene, in caso sgranare con un filo di olio crudo.

Cuocere le carote al forno.
Accendere il forno, foderare una teglia piccola con carta da forno e ungere leggermente le carote e coprirle di sesamo, infornarle e cuocerle per circa 10 minuti a 190 gradi. Devono essere tenere tanto da essere inforchettabili e ben tostate. Ma non troppo cotte.

ciclo mestruale ricetta platessa miglio

@Stefania Cardinale

Preparare l’insalata di miglio
In una terrina capiente mescolare il miglio ormai freddo con le carote cotte al forno e tagliate a rondelle, i semi di melograno, il songino, i semi di sesamo, e condire con due cucchiai di olio di oliva, una punta di limone e il mix di spezie. Non serve aggiungere il sale.

Preparare la salsa al melograno per il pesce
Frullate i semi di melograno e, se resistete a non bere il succo così com’è, passatelo al colino e mettetelo in un pentolino con il mezzo limone, lo zucchero la fecola di patate, il sale, il pepe e lo zenzero. Portare a ebollizione girando costantemente e fare addensare, deve diventare un liquido viscoso. Quando sarà freddo sarà ancora più denso.

ciclo mestruale ricetta

@Stefania Cardinale

Cuocere i filetti di pesce alla piastra (la piastra deve essere rovente) facendo attenzione a non farli rompere. Cuocere 2 minuti per lato. Spegnere e impiattare.

Servire il pesce in un piatto con un filo di olio crudo e la salsa al melograno accompagnato dall’insalata di miglio. In alternativa potrete spezzettare il pesce e servirlo sull’insalata di miglio e ricoprire con la salsa al melograno.

Buone mestruazioni a tutte!
Stefania

Se volete provare qualche mia ricetta  “non mestruale” mi trovate sul mio blog o su Le Nius. Sono la caporedattrice della sezione Cucina 🙂

Il melograno ci piace perché…

Il melograno fa bene alla salute di noi donne e la sua simbologia è fortemente legata al mondo femminile.
Nell’antica Grecia era una pianta sacra a Venere (si dice che sia stata lei a donarla agli uomini) e Giunone, dea protettrice del matrimonio che viene spesso raffigurata con un melograno nella mano destra.
Anticamente il melograno era considerato simbolo di fertilità, prosperità e fortuna e collegato a miti e leggende di cui le donne erano protagoniste, come il mito di Persefone in cui il melograno riveste un ruolo chiave.
Ancora oggi in Africa e in India le donne bevono il succo di melograno per sconfiggere la sterilità e in altre culture si praticano rituali di fertilità che prevedono di mangiare e berne il succo.
Il melograno è, inoltre, simbolico del sangue. Si racconta infatti che il primo albero di questo frutto sia nato proprio dal sangue del dio Dioniso.


Condividi il post sui tuoi social


Chi ha scritto questo post? Stefania Cardinale - Le Nius

Foto del profilo di Stefania Cardinale - Le Nius
Sono capo-redattrice della sezione Cucina di Le Nius, e co-fondatrice del sito. Appassionata di cucina, tradizioni popolari, India, viaggi e del mio blog RavanelloRosaPallido. Nella vita mi occupo di ricerca e cooperazione e per la Bottega della Luna dispenso ricette e consigli sull'alimentazione che fa bene a noi donne. Rispondo a food@lenius.it

0 Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico

Related post